Mission

Villa Immacolata è una delle case in cui si continua l’attività di servizio ai poveri, voluta dal beato Fondatore.
Aperta nel 1935, fu dapprima una comunità di suore dedite all’ apostolato tra i baraccati della zona e all’ assistenza a domicilio di poveri, anziani e malati.
Già dagli anni ’40 si cominciarono ad accogliere le prime signore anziane, residenti nel quartiere.
Nel 1950, in occasione del grande Giubileo, il complesso fu ampliato per permettere l’ accoglienza dei pellegrini. Finalmente, con la fine del Giubileo, dal 1951, tutta la struttura fu ufficialmente destinata a casa di riposo per signore sole.DSC_9628

Foto Pino Mannarino © (AFIP)

La Mission di Villa Immacolata  non è semplicemente quella di erogare assistenza, ma di prestare la massima attenzione alla qualità delle relazioni,  al benessere delle ospiti e nel rispetto del carisma e della identità della congregazione.

L’impegno che le Suore Adoratrici del SS. Sacramento si assumono è:–mettere l’ospite al primo posto- e, seguendo l’invito del loro Fondatore, con stile eucaristico di prossimità, di compassione e di semplicità, si fanno serve di ogni persona che incontrano, con un’attenzione particolare ai più bisognosi, diventando: “madre, sorella, amica… di tutti”.

I commenti sono chiusi.